SENNA 30 YEARS

SENNA 30 YEARS

OLTRE 20.000 PERSONE E DIFFUSIONE GLOBALE PER L’EVENTO CHE RICORDA SENNA E RATZENBERGER. UN GRANDE PROGETTO INTERNAZIONALE REALIZZATO DA FREE EVENT, FORMULA IMOLA E IL COMUNE DI IMOLA.

Free Event, Formula Imola e il Comune di Imola uniscono le forze e realizzano l’evento che ha riunito oltre 20.000 presenze da tutto il mondo, arrivate nella città di Imola in occasione del 1° maggio per celebrare il ricordo del Mito di Ayrton Senna e del pilota Roland Ratzenberger a trent’anni dalla scomparsa.
Una giornata storica, in cui il mito di Senna è apparso più vivido che mai, tra coloro che non lo dimenticheranno mai e i tanti che, pur essendo molto, molto più giovani, ne hanno voluto onorare il ricordo.

Per l’occasione, l’Autodromo di Imola, il Comune e l’agenzia partner Free Event – al loro fianco anche nel Gran Premio di Formula 1 di metà maggio – hanno organizzato tantissime attività, accogliendo ospiti di grande rilievo internazionale.

Sul palco, durante la cerimonia, il vice presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Affari Esteri, Antonio Tajani, la ministra dell’Università e della ricerca, Anna Maria Bernini, il ministro degli esteri brasiliano, Mauro Vieira, l’omologo austriaco, Alexander Schallenberg, il sindaco di Imola, Marco Panieri, il CEO di Formula One, Stefano Domenicali, il Presidente di Formula Imola, Gian Carlo Minardi e il presidente ACI, Angelo Sticchi Damiani.

Alle 14.17, ora esatta del tragico schianto, il minuto di silenzio, un momento commovente che è stato ripreso e rilanciato dalla stampa, dai social e dalle televisioni di tutto il mondo, a testimonianza della forza di questa commemorazione e della memoria del pilota brasiliano.

Tante anche le attività organizzate per le oltre 20.000 persone presenti: dal Flag Mob, durante il quale gli ospiti hanno sfilato lungo l’autodromo con la bandiera brasiliana e quella austriaca, alla grande ruota panoramica, la visita al monumento di Ayrton, la mostra fotografica, l’anteprima del documentario su Ratzenberger, il mix di piatti locali e brasiliani offerti dalle attività di ristorazione coinvolte e la grande bandiera gialla con gli occhi gentili del pilota brasiliano sulla Torre Autodromo, in un omaggio visibile da tutta la città.

Tanta partecipazione in una giornata che è andata oltre lo sport, la condivisione, il ricordo, per entrare in un mondo che è riservato solo alle vere leggende.